Tutte le strade conducono a Roma (A. FUNI)

L’atrio del Palazzo dei Ricevimenti e dei Congressi, oggi chiamato “Foyer Kennedy”, è decorato dall’affresco Tutte le strade conducono a Roma, realizzato da Achille Funi nel 1943. Il dipinto avrebbe dovuto occupare tutta la parete di fondo dell’atrio e le due pareti minori laterali; tuttavia i bombardamenti sulla città proprio nel luglio 1943 costrinsero Funi ad interrompere i lavori quando aveva realizzato solamente 20 dei 74 metri di lunghezza totale previsti per l’opera.
Dopo la guerra, nel 1953, la Federazione dei Consorzi Agrari (che organizzò nel Palazzo l’Esposizione dell’Agricoltura) decise di coprire l’affresco data la forte valenza ideologica che lo legava al regime. Venne dunque commissionato a Gino Severini un grande fregio su pannelli lignei che andò a coprire l’affresco di Funi; solo alla fine degli anni ’80 i tempi furono maturi per riscoprire l’affresco che ancora oggi si può ammirare.